Cerca
  • Avv. Luca Feroldi

Amministrazione di sostegno: anche per il “prodigo"


Con l’ordinanza n. 5492/2018, depositata il 7 marzo u.s., la Corte di Cassazione ha ritenuto ammissibile la nomina dell’amministrazione di sostegno nell’ipotesi di prodigalità, e vale a dire allorquando il beneficiario manifesti “un comportamento abituale caratterizzato da larghezza nello spendere, nel regalare o nel rischiare eccessivamente rispetto alle proprie condizioni economico-sociali”.

Ancora, in ossequio ai numerosi precedenti, la Corte ha altresì ribadito l’orientamento secondo cui possa adottarsi la misura dell’amministrazione di sostengo, nell’interesse del beneficiario e a protezione del di lui patrimonio, anche in presenza dei presupposti di legge per l’interdizione o inabilitazione.


56 visualizzazioni

© 2017 by Studio Legale Feroldi created with Wix.com - P.Iva  02857250985

  • LinkedIn Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Facebook Social Icon