Cerca
  • Luca Feroldi

D.L. RILANCIO: ECCO LE MISURE


Prima sintetica elencazione delle misure contenute nel c.d. decreto "Rilancio" licenziato dal Consiglio dei Ministri conclusosi nella tarda serata.

- IRAP: non si dovrà versare il saldo IRAP relativo al periodo di imposta in corso al 31.12.2019 e la prima rata dell'acconto relativo al periodo di imposta 2020;

- CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO (del 20-15-10%): in favore di soggetti esercenti attività d'impresa e di lavoro autonomo a condizione che l'ammontare del fatturato dei corrispettivi del mese di aprile 2020 sia inferiore ai due terzi dell'ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019;

- CREDITO DI IMPOSTA PER I CANONI DI LOCAZIONE DEGLI IMMOBILI A USO NON ABITATIVO, AFFTTO D'AZIENDA E CESSIONE DEL CREDITO;

- RIDUZIONE ONERI BOLLETTE ELETTRICHE: con riferimento ai mesi di maggio, giugno e luglio 2020 l'Autorità di regolazione per energia reti e ambiente disporrà riduzioni per le utenze non abitative degli oneri fissi;

- ISTITUZIONE DEL FONDO PER IL TRASFERIMENTO TECNOLOGICO: con la finalità di promuovere la ricerca è istituito un fondo di €. 500.000,00 presso il Ministero dello sviluppo economico;

- CONGEDO PARENTALE: per i genitori lavoratori dipendenti del settore privato prolungato sino a 30 giorni nel periodo 5 marzo-31 luglio 2020;

- REDDITO D'EMERGENZA: riconosciuto ai nuclei familiari con ISEE inferiore a €. 15.000,00e che nel mese di aprile 2020 abbaino registrato un reddito complessivo inferiore ad €. 800,00 (come parametro di massima);

- 600 EURO: riconosciuti con i medesimi requisiti anche pe rilascio mese di aprile 2020;

- RINVIO VERSAMENTO IVA E CONTRIBUTI: prorogato al 16 settembre 2020 il versamento delle ritenute, dell'Iva e dei contributi sospesi a marzo, aprile e maggio per le imprese che hanno subito cali di fatturato;

- SMART WORKING: diventa un diritto riconosciuto al genitore di almeno un figlio minore di anni 14 sino alla cessazione dell'emergenza sanitaria;

- LICENZIAMENTI SOSPESI PER 5 MESI;

- CASSA INTEGRAZIONE: i datori di lavoro possono fruire della cassa integrazione per l’emergenza COVID-19, per una durata massima di 18 settimane, di cui 14 fruibili per periodi decorrenti dal 23 febbraio al 31 agosto 2020 e quattro ulteriori dal primo settembre al 31 ottobre 2020. Diventa inoltre più veloce la procedura per la Cassa in deroga: il datore di lavoro potrà rivolgersi direttamente all’Inps

- CREDITO D'IMPOSTA PER MISURE ANTI COVID: credito di imposta pari al 60% (sino a €. 80.000,00) per le spese sostenute dalle imprese per gli interventi necessari a far rispettare le norme anti Covid negli ambienti di lavoro;

- SOPPRESSIONE DELLE CLAUSOLE DI SALVAGUARDIA IVA;

- SOSPENSIONE DEI VERSAMENTI DOCUTI IN SEGUITO AD ATTI DI ACCERTAMENTO CON ADESIONE, CONCILIAZIONE, RETTIFICA E LIQUIDAZIONE E DI. RECUPERO DEI CREDITI DI IMPOSTA SINOAL 16 SETTEMBRE 2020;

- SOSPENSIONE DEI PIGNORAMENTI DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE SU SALARI E STIPENDI SINO AL 31 AGOSTO 2020;


97 visualizzazioni

© 2017 by Studio Legale Feroldi created with Wix.com - P.Iva  02857250985

  • LinkedIn Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Facebook Social Icon